Come esporre un' inchiesta in Radio?

Giornalismo Radiofonico

Come esporre un' inchiesta in Radio?

Quello dell'inchiesta è sempre stato un genere avvincente a affascinante, il banco di prova del giornalista maturo. Lo è , se possibile, ulteriormente nella radio. Senza l'avallo di filmati e fotografie, il fatto, scandagliato e analizzato nelle diverse facce del dado, va affidato esclusivamente alla «voce», che deve essere per questo chiara, secca, concisa, per dare all'ascoltatore il maggior numero di notizie, garantendo precisione nei dati e correttezza minuziosa nei dettagli, evitando i fronzoli e le ridondanze.

Essendo l'inchiesta uno dei paradigmi più alti della professione giornalistica, trova presso la radio un raffinamento ulteriore della sua qualità. Il tutto si ripercuote nel lessico e nel frasario, che si utilizzano nell'esporre la vicenda: «asciugare», quanto più possibile, avverbi e aggettivi superflui, fare a meno delle rime, linguaggio lineare e omogeneo, senza utilizzo delle subordinate.

Tenendo in considerazione la predisposizione dell'ascoltatore, i termini devono essere forti e incisivi, al confine conm la violenza, per richiamare costantemente l'attenzione, onde evitare che la mente si diletti facilmente in voli pindarici. A seconda che si tratti di politica, criminalità, o vicende sportive, il cronista si adatterà scrupolosamente ai gusti dell'ascoltatore, perchè è a questi che si rivolge, e da questi verrà gradito o scartato.

La politica richiederà padronanza delle «questio» trattate, nel loro vocabolario tecnico e attuale, la cronaca nera agilmente la si può illlustrare attraverso il gergo della lingua parlata, stando però attenti a preservarne forma e precisione, mentre lo sport lascia più spazio alla creatività, e all'utilizzo di metafore ad hoc.

Tenedo conto che al giorno d'oggi, Youtube e i cosidetti «giornalisti amatoriali», hanno spesso già diffuso la notizia ancor prima dei media ufficiali, anche lo speaker radiofonico confezionerà i servizi prestando attenzione a non essere un doppione di quanto già noto e diffuso. Malgrado l'avanzare delle tecnologie moderne, la radio regge ancora oggi, e lancia il guanto di sfida per gli anni a venire.

Articolo a cura di Federico Ventagliò