Film sulla Radio: The fog, di John Carpenter

Film sulla Radio

Film sulla Radio: The fog, di John Carpenter

Dopo aver diretto “Halloween” nel 1978, “il film più pauroso da Psyco in poi”, John Carpenter, uno dei più grandi maestri dell'horror americano, scelse di raccontare nel 1980 una ghost story: “The fog” (La nebbia). Un film meno violento, sebbene “infestato” da mostri vendicativi, sceneggiato a quattro mani dal regista e Debra Hill, la stessa coppia di “Halloween”.

Ma caliamoci nella storia. La cittadina costiera di Antonio Bay, nel nord della California, si prepara a festeggiare il centenario della propria fondazione quando dal mare arriva una nave fantasma, avvolta dalla nebbia, con a bordo sei lebbrosi. La “Elisabeth Dane”, questo il nome della nave, è la stessa che gli abitanti del posto fecero naufragare un secolo prima, fondando Antonio Bay proprio con l'oro sottratto ai lebbrosi, ora pronti a vendicarsi. A farne le spese saranno tre marinai, il meteorologo Dan O'Bannon (Charles Cyphers), un'anziana governante e Padre Malone (Hal Holbrook), il nipote del primo sacerdote di Antonio Bay, nonché capo della congiura per far naufragare la nave.

I lebbrosi, armati di uncini e avvolti da una nebbia luminosa che, a poco a poco, invaderà l'intera cittadina, uccideranno senza pietà (va sottolineato che questi mostri si intravedono appena e che le scene di violenza esplicita sono ridotte al minimo). In “The fog”, però, non è tanto la storia a suscitare l'interesse dello spettatore quanto il modo in cui viene seguita e raccontata da Stevie Wayne (Adrienne Barbeau): il miglior personaggio del film.

Stevie è la speaker dell'emittente locale, Radio Kayb, e trasmette da un faro, un posto piuttosto isolato. ‹‹Tenetemi accesa per un po' e io farò del mio meglio per tenere accesi voi››-così esordisce, con la sua voce calda, prima di iniziare le trasmissioni. Tutti la ascoltano in città: c'è spesso una radiolina in bella vista nelle abitazioni dei suoi ascoltatori. Stevie, tra previsioni del tempo e altre notizie, annuncerà l'arrivo della nebbia e terrà costantemente aggiornati gli abitanti di Antonio Bay sul mistero delle uccisioni.

Bellissime sono le immagini in cui, sorpresa, la vedremo scrutare il mare e la nebbia mortale dal faro. In contatto con Dan O'Bannon, l'uomo delle previsioni del tempo, invaghitosi di lei, tenterà di accumulare più informazioni possibili sulla misteriosa vicenda fino alla sua morte (Dan, come anticipato, sarà una delle vittime dei fantasmi lebbrosi). A correre un serio pericolo sarà anche il figlioletto della speaker, Andy, che dopo l'allarme lanciato dalla madre via radio, verrà tratto in salvo da Nick Castle (Tom Atkins), uno dei pochi abitanti di Antonio Bay a essersi attivato subito per scoprire il mistero delle uccisioni e della nebbia.

Si giunge ai momenti finali del film con una Stevie che chiude così la sua trasmissione:‹‹Non so cosa sia successo stanotte ad Antonio Bay. Dalla nebbia è uscito qualcosa che ha cercato di distruggerci e improvvisamente è svanito. Ma se tutto questo non è stato solo un incubo, da questo momento nessuno andando a letto sarà più sicuro di risvegliarsi vivo. A tutte le barche che ricevono la mia voce io dico: “Tenete d'occhio il mare, scrutate l'oscurità: la nebbia è in agguato››.

Consigliamo la visione di “The fog”, un horror inquietante, ma poco violento, che potrebbe destare l'interesse anche di coloro che non amano particolarmente il genere. Una ghost story sapientemente “raccontata” dalla speaker Steve Waine. Ciò che dispiace, però, è che la suspence intervenga a piccole dosi e che, in alcuni momenti, sia un po' lento. Buona visione!!

Scheda film:

Genere: Horror

Regia: John Carpenter

Sceneggiatura: John Carpenter, Debra Hill

Cast: Adrienne Barbeau, Jamie Lee Curtis, Tom Atkins, Janet Leight, Hal Holbrook

Paese-Anno: Usa, 1980

Durata: 89 min.


Articolo a cura di Sofia Napoletano

Guarda qui il trailer del film "The Fog" di John Carpenter:

Acquista subito questo film su Amazon.com