Le Web Radio sostituiranno le Radio Locali in Fm? Si, ecco il perchè.

Web Radio

Le Web Radio sostituiranno le Radio Locali in Fm? Si, ecco il perchè.
Osservando i movimenti sismici del variegato mondo radiofonico italiano, non abbiamo potuto non constatare da un lato una continua riduzione del numero di radio locali (che chiudono per mancanza di fondi e per i costi eccessivi degli impianti)  dall'altro la mutazione delle piccole radio locali rimaste in piedi (con una mano avanti ed una dietro, concedeteci l'espressione) che tendono sempre di più a scarnificare il  palinsesto rendendolo solo musicale, un juebox senza anima che azzera i costi (tagliando cioè gli stipendi di  tecnici e speaker) oppure a vendere le frequenze per trasferirsi esclusivamente sul Web.  Il fenomeno non fa che rafforzare i grandi gruppi editoriali e le radio locali più forti, come prevedibile, e dall'altra parte rafforza le web radio,  soluzione facile e a costi bassissimi.
Le web radio sostituiranno le radio locali? Ci lanciamo in questo piccolo grande pronostico, non certo azzardato, e rispondiamo "si" a questa domanda. Ecco alcuni punti che ci hanno portato a questa conclusione:
1) le web radio sono diventate la nuova palestra per gli speaker emergenti. Funzione che fino a meno di 10 anni fa era affidata esclusivamente alle radio locali in Fm. Le web radio sono il luogo ideale per praticare, fare gavetta, sbagliare e migliorare.
2) Una web radio di carattere locale (quelle che parlano ad una nicchia territoriale, citiamo ad esempio radiotreviso.it), assolve la stessa funzione che assolve una radio locale in fm: comunica informazione locale e pubblicità locale alla sua nicchia territoriale, a costi decisamente più bassi per l'editore.
3) E' recente la notizia che in America le radio "solo web" hanno battuto per totalità di ascolti le radio in fm. Il fenomeno non tarderà nel farsi sentire anche in Europa e in Italia.
4) Fin da ora, tramite Iphone, Itouch e altri apparecchi è possibile ascoltare web radio a casa, in ufficio e persino in spiaggia senza avere il computer acceso. L'audio può essere amplificato attraverso stereo portatili (come facciamo abitualmente nella redazione di radiospeaker.it).
5) Sono appena nati gli stereo per auto che si collegano in rete per "sintonizzarsi" sulle web radio anche mentre si guida, entro un anno saranno in commercio a prezzi abbordabili per tutti
6) le web radio hanno più libertà delle radio fm: possono trasmettere musica di nicchia e affrontare gli argomenti  più disparati, scottanti e impensabili per le radio fm e possono "coprire" ogni nicchia di mercato disponibile all'ascolto.
Questi sono solo alcuni dei punti che potrebbero mettere in difficoltà le radio locali, e non possiamo escludere che un giorno (e qui azzardiamo un po') il fenomeno delle web radio possa colpire anche i grandi network consolidati; come si dice di solito: "radio avvisata, mezza salvata".