Gianluca Mura

Gianluca Mura vive a Chioggia ed è un Speaker radiofonico Locale.

  • Radio attuale: Radio Chioggia Sottomarina (Nonsolomusica)
  • Copertura territoriale:
  • Programma / Orario:

Media

Audio

Curriculum Radio

Faccio radio per passione da tanto tempo. E quando dico passione, intendo che non è l'attività che mi fornisce uno stipendio. Per campare, da anni lavoro come analista programmatore e referente di progetti informatici in una società di Venezia. Sono laureato in informatica, sposato e padre di una bimba.Le mia passioni sono il cinema, la musica, i fumetti, i telefilm e tutto quello che riguarda il mondo dello spettacolo. Sono un accanito lettore e, in tempi recenti, sostenitore dell'e-book (viva il Kindle!). Per pigrizia, invece, non sono molto dedito allo sport. La mia attività radiofonica è partita nel 1988 con l'ingresso a Radio Chioggia Libera (emittente ormai chiusa), dove ho mosso i primi passi davanti al microfono.Nel contempo ho collaborato con un settimanale, per il quale ho scritto alcuni articoli riguardanti manifestazioni musicali. E' partita anche la mia attività di inviato ai concerti, dove ho realizzato le mie prime interviste: Mia Martini, Eugenio Finardi, Pierangelo Bertoli, Fiorella Mannoia e Ligabue, allora agli esordi.Nel 1991 sono passato a Radio Chioggia Sottomarina, dove ho proseguito la mia attività di speaker, scrivendo saltuariamente qualche articolo su giornali locali. Sono proseguite anche le mie interviste, sia telefoniche che di persona, partecipando a diverse manifestazioni in veste di inviato: Azzurro, Festivalbar, Festival di Sanremo, Venice Music Awards. Nel corso degli anni, ho intervistato Enrico Ruggeri, Laura Pausini, Giorgia,  i Nomadi, i Pooh, Simone Cristicchi, Amadeus, Amedeo Minghi, Luca Carboni e molti altri. Dal 2006, intenzionato a diventare giornalista pubblicista, ho deciso di ideare e condurre un programma che porti esclusivamente la mia firma. L'idea nasce dal concetto di blog, ossia un diario dove si possano registrare i propri pensieri e le proprie opinioni in libertà. Ecco nascere “Diario casuale” che, proprio per la sua identità di “prodotto libero”, viene quasi sempre preparato con il mio registratore portatile e, spesso, direttamente da casa mia. Nasce solitamente da un testo che preparo di getto in pochi minuti e poi leggo al microfono. Talvolta, viene registrato direttamente, prescindendo da un testo preparato. “Diario casuale” va in onda di sabato, poco prima del mio spazio musicale, dove torno a condurre un programma di intrattenimento. Dal Settembre 2010 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Veneto, albo pubblicisti. Il fatto che non mi sia mai allontanato dalla realtà locale è dovuto ad una scelta: ho preferito il lavoro “sicuro” a quello imprevedibile. Oggi, però, entrato negli “anta” ed essendo stufo di litigare con i computer, questa mia convinzione non è più tale e mi sento pronto a ribaltare tutto, come fossi un ragazzino. Mi ritengo una persona curiosa, riflessiva, ricca di interessi e (moderatamente) allegra. Mi diletto anche a cantare e a fare le imitazioni (purchè nessuno mi chieda di farlo, perchè così mi escono male!). Inutile dire che amo follemente la radio: datemi un microfono e mi renderete felice.