Simone Altrocchi

Simone Altrocchi vive a Treviglio ed è un Speaker radiofonico Nazionale.

  • Radio attuale:
  • Copertura territoriale: FM
  • Programma / Orario: Simon Today

Curriculum Radio

Simone Altrocchi è nato il 7 Novembre 1995 a Treviglio, Bergamo, città appena fuori dall'Hinterland Milanese.

Parla perfettamente l'Inglese, oltre ovviamente all'Italiano e si destreggia con il Francese e lo Spagnolo.

Per lui, la musica, soprattutto il Rock, quello buono, è fondamentale. Alcuni artisti o gruppi parte integrante della sua cultura musicale sono: Oasis, Dire Straits, Pink Floyd, Bruce Springsteen and The E-Street Band, R.E.M, Stereophonics, ma anche Sting, U2, Metallica e Coldplay.

Inoltre, segue il Wrestling dal lontano 2001, quando aveva solo 6 anni. Uno dei suoi sogni nel cassetto sarebbe commentare questa disciplina per la TV, e magari, perchè no, anche praticarla. Esperto conoscitore delle moltitudini di mosse e lottatori che si sono affrontati nel quadrato, se il Wrestling fosse una materia, lui ne sarebbe il più bravo studente.

Ecco la sua voce nel commento di Wrestling: https://www.youtube.com/watch?v=0xjNiM_tQl0.

Il 22 Aprile 2014 entra in alcune webradio e presenta SIMON@NOON, in onda dalle 13 alle 14, e successivamente, Simon@fternoon, in onda dalle 14 alle 15.

Ispirato ai vari Late Show Made in USA, il programma è un viaggio continuo nell'ironia, ma anche un modo alternativo per passare un ora tra informazioni attuali, musica e divertimento, in modo giovane, sarcastico e colloquiale.

Dopo una parentesi in FM, lascia la radio per dedicarsi alle sue vere passioni.

È attivo sui social con Simon Today, webserie scritta e prodotta da lui stesso su Facebook, una lente d'ingrandimento sull'attualità, tra comicità e realtà, in un modo diverso, giovane, ironico. ispirato a Stephen Colbert (Colbert Report, Late Show), John Oliver (Last Week Tonight), Trevor Noah e Jon Stewart (The DAILY SHOW).

Diventa commentatore ufficiale per l'ASCA Wrestling a Gennaio. Da Marzo, commenta i video del canale WWE per YouTube. Raggiunge 100.000 visualizzazioni in un mese.